Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Problemi con Zodiac DZR-12dtt
Mer Gen 16, 2013 8:39 pm Da franci32

» Switch off rinviato in Liguria ma non in Lunigiana.
Gio Nov 03, 2011 5:26 pm Da Armanduk

» Il Direttore del sito Remo
Gio Nov 03, 2011 5:19 pm Da Armanduk

» La Rai tratta con Sky: ancora dubbi?
Gio Nov 03, 2011 5:17 pm Da Armanduk

» Certificated translations
Gio Ago 04, 2011 1:15 pm Da Ospite

» Acquista Viagra. viagra generico forum
Gio Ago 04, 2011 9:33 am Da Ospite

» investigation
Gio Ago 04, 2011 9:18 am Da Ospite

» Viagra Generico. lampada viagra generico
Gio Ago 04, 2011 5:27 am Da Ospite

» blackjack online casino
Gio Ago 04, 2011 1:38 am Da Ospite

DIGITALE TERRESTRE

RaiSat "lascia" Sky?

Andare in basso

RaiSat "lascia" Sky?

Messaggio  Armanduk il Mer Apr 15, 2009 12:25 pm

Fonte: Il Messaggero

Se ne parla da tempo, ovvero della scelta da parte della Rai di scendere dalla piattaforma Sky e trasferire il suo corredo satellitare sul digitale terrestre. Si tratta di quel pacchetto composto da sei canali che vanno sotto il nome di Raisat (Extra, Premium, Cinema, Gambero, Smash, Yoyo) e per i quali il gruppo Murdoch paga a viale Mazzini un canone annuo di circa 57 milioni.

I segnali che arrivano sono evidenti, dicono che l’azienda pubblica avrebbe ormai scelto (il nuovo vertice non ha avuto ancora modo di affrontare la questione): non rinnovare (fra due mesi e mezzo, il 30 giugno) gli accordi con Sky, rinunciando a quei soldi, ai quali vanno aggiunte le entrate pubblicitarie (7 milioni) e l’attivo che la società Raisat produce ogni anno, unica consociata Rai a produrre un utile (il 2008 si è chiuso con un attivo di alcuni milioni). Scelta, comunque la si guardi, singolare visto che realizza il paradosso di un’azienda televisiva che preferisce contrarre il numero di piattaforme su cui trasmette, invece che (come sarebbe naturale) allargarle al massimo.

I segnali si diceva: il primo e più evidente riguarda un’altra rinuncia, quella al David Letterman show, che da dieci anni va in onda su Raisat (prima su Raisat show poi Raisat extra) ed è uno dei programmi più seguiti del canale, oltre ad essere un prodotto di alta visibilità (con un tifoso come il presidente Napolitano). L’opzione concessa dalla Cbs scade in questi giorni e ormai sembra impossible un ripensamento nonostante le insistenze del canale. Tanto più che, approfittando della situazione di stallo, si è fatta sotto la stessa Sky, interessata a subentrare e a portare il più celebrato dei talk show mondiali sul nuovo canale Skyuno, la nuova rete dove va in onda Fiorello che, fra l’altro, proprio al Letterman dedica una parodia fissa in ogni puntata. Caso curioso: sia Letterman che Fiorello sono stati due prodotti che hanno dato a Raisat extra gran parte del suo successo.

Ma perché rinunciare al talk americano? In effetti, c’è stato un sondaggio con la Cbs per chiedere i diritti per il digitale terrestre, ma la risposta è stata al rialzo, d’altra parte il valore dei diritti per il satellite è assai diverso rispetto a una piattaforma (il dtt) che ha un bacino d’utenza più largo. Così Raisat ha lasciato campo libero, seguendo da una parte l’indicazione dei vertici di viale Mazzini a tagliare sui costi, ma insieme rinunciando a un prodotto che genera ascolti.

Ci sono comunque altri segnali che vanno nella stessa direzione. Sky, per esempio, sta lavorando a due nuovi canali per bambini destinati a prendere il posto eventualmente lasciati vacanti da Smash e Yoyo di Raisat. Ed è significativa anche la vicenda di Rai4, il canale dtt di Carlo Freccero che, in questi giorni, ha lanciato addirittura una campagna economicamnte impegnativa di affissione cartellonistica) per il varo della serie Il ritorno di Bruce Lee. Sky, stimolata anche dai buoni risultati del canale, sostiene che il contratto obbligherebbe viale Mazzini a trasmettere il segnale anche sul satellite. E, dopo nove mesi di resistenze, ha affidato la pratica all’ufficio legale minacciando di chiedere i danni oltre ad avere bloccato i pagamenti a Raisat.

Tutto lascia presagire, dunque, che in due mesi si consumerà il divorzio totale con Sky con il trasloco di Raisat. Con quali contenuti e con quali vantaggi è tutto da vedere. Intanto c’è da valutare il valore economico dell’operazione. Il Sole 24 ore di recente ha stimato in cento milioni la perdita pubblicitaria che deriverebbe dall’abbandono di quei quattro milioni e settecento mila abbonati Rai che vedono i programmi in quanto a loro volta abbonati di Sky. Senza contare l’aggravio di costi che comporterebbe la sopravvivenza di Raisat, visto che i soldi di Sky non ci sarebbero più.

Certo, c’è l’idea di dare corpo a una nuova piattaforma satellitare in società con Mediaset e Telecom, che avrebbe anche il compito di colmare i vuoti del segnale digitale terrestre: ma su Tivù, questo il nome della piattaforma, grava il problema del decoder. Cioè gli spettatori dovrebbero comprare un ulteriore decoder (uno per ogni televisore di casa) con aggravio di costi e di ingombro.

Marco Molendini
per "Il Messaggero"

Armanduk
Admin

Numero di messaggi : 117
Data d'iscrizione : 12.12.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: RaiSat "lascia" Sky?

Messaggio  Armanduk il Mer Apr 15, 2009 12:26 pm

Rizzo Nervo: ''Il Cda non ha deciso di lasciare Sky, non perderemo il Letterman'

Fonte: Apcom

Il consiglio di amministrazione della Rai non ha mai preso la decisione di lasciare la piattaforma Sky.

Lo sottolinea il consigliere Nino Rizzo Nervo, che avverte: "La Rai non può perdere i diritti del 'Letterman Show' che, grazie a Raisat, ha conquistato ormai da dieci anni un suo pubblico anche in Italia. Intanto, a differenza di quanto scrivono oggi alcuni giornali, né il vecchio consiglio di amministrazione né quello nuovo hanno mai preso la decisione di scendere dalla piattaforma Sky: ci sono accordi in scadenza ma resto convinto che le trattative per il loro rinnovo andranno a buon fine".

"Continuo a ritenere, infatti, - prosegue - che un servizio pubblico televisivo deve essere presente con la sua offerta editoriale su tutte le piattaforme: si può decidere sul 'come' esserci ma non sul 'se'.

Per quanto riguarda il 'Letterman show', infine, la Rai eserciti alla scadenza l'opzione per il rinnovo dei diritti anche per le prossime stagioni televisive: si tratta di un prodotto giornalistico di grande qualità che la Rai ha il merito di aver fatto conoscere agli italiani che può essere trasmesso sul satellite oltre che da Raisat anche da Rainews24.

Armanduk
Admin

Numero di messaggi : 117
Data d'iscrizione : 12.12.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum