Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Problemi con Zodiac DZR-12dtt
Mer Gen 16, 2013 8:39 pm Da franci32

» Switch off rinviato in Liguria ma non in Lunigiana.
Gio Nov 03, 2011 5:26 pm Da Armanduk

» Il Direttore del sito Remo
Gio Nov 03, 2011 5:19 pm Da Armanduk

» La Rai tratta con Sky: ancora dubbi?
Gio Nov 03, 2011 5:17 pm Da Armanduk

» Certificated translations
Gio Ago 04, 2011 1:15 pm Da Ospite

» Acquista Viagra. viagra generico forum
Gio Ago 04, 2011 9:33 am Da Ospite

» investigation
Gio Ago 04, 2011 9:18 am Da Ospite

» Viagra Generico. lampada viagra generico
Gio Ago 04, 2011 5:27 am Da Ospite

» blackjack online casino
Gio Ago 04, 2011 1:38 am Da Ospite

DIGITALE TERRESTRE

Rai-Sky: ancora nulla sul contratto in scadenza.

Andare in basso

Rai-Sky: ancora nulla sul contratto in scadenza.

Messaggio  Armanduk il Mar Lug 21, 2009 6:58 pm

Fonte: Key4Biz.it

La Rai non riesce ancora a trovare una soluzione di compromesso per il rinnovo del contratto con Sky Italia (News Corp), in scadenza il 31 luglio.

I contenuti dell’incontro di Milano tra il Dg Mauro Masi e l’Ad della pay-Tv Tom Mockridge restano un mistero.

Bocche cucite ai piani alti di Viale Mazzini, dove si sta giocando questa delicata partita e nel frattempo Sky alza la posta chiedendo non solo i canali di RaiSat e i tre canali generalisti, ma anche quelli del digitale terrestre.

Masi ha riferito in Cda che la Tv di Rupert Murdoch - che ha offerto 50 milioni all'anno per sette anni, più 75 milioni per diritti di Rai Cinema - vuole vincolare all'accordo anche i canali free, presenti e futuri. Forte del sostegno del Cda, è presumibile che il Dg formuli a questo punto una proposta economica, tenendo conto delle stime interne aziendali: nel documento distribuito al Cda a maggio, la cifra complessiva immaginata sarebbe di almeno 200 milioni di euro l'anno. Altra ipotesi potrebbe essere accorciare la durata del contratto.

Il punto centrale della posizione del servizio pubblico è che la trasmissione sulla piattaforma satellitare del gruppo di Murdoch delle tre reti generaliste Raiuno, Raidue e Raitre non potrà più avvenire a titolo gratuito.

In ballo c’è la partnership Rai-Sky ma anche l'obbligo della presenza della Tv pubblica su tutte le piattaforme, al quale Viale Mazzini potrebbe assolvere attraverso Tivù Sat, la nuova offerta gratuita sul satellite - figlia di Tivù, l'alleanza con Mediaset e Telecom Italia Media - che dovrebbe decollare a giorni. Una questione sulla quale ha acceso un faro l'Autorità per le Comunicazioni: “Stiamo valutando l'impatto dell'operazione Tivù - ha spiegato il presidente, Corrado Calabrò, in Vigilanza - anche sotto il profilo degli obblighi del contratto di servizio, stante la necessità di una corretta fruizione dei canali del servizio pubblico da parte degli utenti sulle varie piattaforme”.

La scorsa settimana, in Vigilanza, Calabrò ha fatto sapere che “L'Agcom sta valutando la novità e la natura di questa intesa, ma anche l'impatto dell'operazione. Per ora, però, non c’è un contratto tra le parti e quindi l'istruttoria è ferma”.

“La concessionaria pubblica si è riservata di trasmettercelo appena sarà stato siglato. L’operazione - ha aggiunto - presenta profili di competenza dell’Antitrust, per quanto riguarda la concorrenza, e di nostro interesse, per quanto attiene alla tutela del pluralismo”.

Al responsabile comunicazione del Pd Paolo Gentiloni, che ha citato l’articolo 26 del Contratto di servizio e il ‘must offer’, Calabrò ha poi risposto: “Siamo pronti a svolgere tutti gli interventi del caso”.

Fino al 2011 l’Unione europea prevede l’obbligo del ‘must offer’ per Sky, che deve ‘ospitare’ i canali a condizioni precise, “dopo il 2011 il problema (monopolio) si porrà”.

A margine dell'audizione, il presidente è stato sollecitato ancora sull'argomento, e in particolare sull'eventualità che questa nuova piattaforma satellitare possa non essere fruita da un numero significativo di utenti così come avviene oggi con i canali Rai su Sky, e quindi di fatto il contratto di servizio Rai-Stato finirebbe con l'essere in qualche modo 'depotenziato'. Calabrò ha replicato: “la risposta la conosco ma non la fornisco ora... Se cambio giacca (parlando quindi da giurista quale è, ndr) è un conto, ma qui rappresento altro”.

Raffaella Natale

Armanduk
Admin

Numero di messaggi : 117
Data d'iscrizione : 12.12.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Rai-Sky: ancora nulla sul contratto in scadenza.

Messaggio  Armanduk il Mar Lug 21, 2009 7:01 pm

Fink (Sky): ''Senza i canali in chiaro Rai niente contratto con RaiSat''

Fonte: Asca

''Non sappiamo cosa succedera' con Raisat. Il contratto si chiude a fine mese. Sky e' stata chiara con la Rai: non entra nel contratto con Viale Mazzini se non c'e' la conferma dei suoi canali in chiaro per gli abbonati Sky''. Lo ha ribadito Kathrin Fink, direttore dei programmi Sky, durante la presentazione della nuova offerta Cinema della tv satellitare.

Il lancio di un canale tutto nuovo, Sky Cinema Italia, a partire dal 31 luglio con piu' contenuti e pellicole solo italiane, non e' una risposta all'avvio di 'Tivu' Sat', piattaforma via satellite nata dall'alleanza tra Rai, Mediaset e Telecom, anch'essa al via a fine luglio e che sara' presentata domani: ''Non sappiamo cosa diranno domani alla presentazione di Tivu' Sat'', ha detto Fink.

''Sky intanto continua ad accrescere la propria offerta agli abbonati, ma e' un arricchimento che avremmo varato comunque''. E anche se il contratto non verra' rinnovato ''e non avremo i canali Rai, i nostri abbonati devono stare tranquilli perche' avranno un'offerta comunque molto ricca''.

Armanduk
Admin

Numero di messaggi : 117
Data d'iscrizione : 12.12.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum